12052021الأحد
Last updateالخميس, 30 أيلول 2021 1pm

Il Marocco fra i 28 Paesi in campo per il Mundialido CSEN 2015

Da domani 29 maggio, presso l'impianto Cotral, in scena la 17^ edizione del prestigioso torneo di calcio per stranieri. Marocco – Albania - Bangladesh - Bolivia - Brasile - Capo Verde - Colombia - Congo - Congo RD - Ecuador - Egitto - Etiopia - Filippine - Honduras - International Asinitas - Irlanda - Italia - Afghanistan - Moldova - Nigeria - Paraguay - Perù - Romania - Senegal - Sierra Leone - Somalia - Spagna - Ucraina sono le 28 protagoniste dell'imminente edizione del Mundialido, un torneo di calcio riservato a squadre composte esclusivamente da cittadini stranieri, provenienti da ogni continente e residenti nella capitale e nel suo hinterland. La manifestazione, prossima alla sua XVII edizione, sottolinea e promuove i valori propri dello sport che, tramite la sua positività e la sua forza, aiuta a superare le barriere tra i popoli, permette di amalgamare cittadini provenienti da diverse Nazioni, con differente cultura ed etnia, ma che vivono, lavorano, studiano, nello stesso territorio. Grazie alla collaborazione di Ambasciate, Consolati, Istituti Scolastici ed al coinvolgimento delle varie Associazioni presenti nella Capitale, fra tecnici, dirigenti ed atleti, ogni anno il Mundialido annovera oltre 1.000 partecipanti. A questo ormai tradizionale appuntamento con il calcio internazionale, oltre alla multietnica “International Asinitas” hanno aderito le formazioni rappresentanti Afghanistan – Albania - Bangladesh - Bolivia - Brasile - Capo Verde - Colombia - Congo - Congo RD - Ecuador - Egitto - Etiopia - Filippine - Honduras - Irlanda - Italia - Marocco - Moldova - Nigeria - Paraguay - Perù - Romania - Senegal - Sierra Leone - Somalia - Spagna - Ucraina, ciascuna composta da giocatori del medesimo paese di origine, in una competizione che travalica l’aspetto agonistico privilegiando l’integrazione globale e lo sviluppo della coesione sociale. L’iniziativa, ormai apprezzata e consolidata, contribuisce a favorire valori e comportamenti comuni, garantendo agli stranieri pari opportunità e la possibilità di partecipare alla vita sociale. In una realtà socio - culturale sempre più protesa verso una convivenza multi etnica, innegabile l’enorme valore che rappresenta il Mundialido ai fini dell’integrazione sociale e dell’aggregazione, consentendo ai tanti stranieri con i quali condividiamo il nostro territorio di essere i protagonisti di una iniziativa unica nel suo genere, ricca di contenuti e di spettacolarità. Oltre a porre in palio la speciale coppa destinata dal Presidente della Repubblica Italiana, il Mundialido è stato incluso nelle celebrazioni del 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Puntualmente si avvale dei patrocini concessi dalla Presidenza del Consiglio, dai Ministeri dell’Interno, degli Esteri, delle Politiche Sociali, della Gioventù, delle Pari Opportunità, nonché dall’UNAR, dalla Regione Lazio, da Roma Capitale, dalle Biblioteche di Roma, dalla Consulta degli Stranieri, dal Forum Giovani, dal CONI. La XVII edizione del Mundialido andrà in scena a Roma dal 29 maggio al 4 luglio.